Il punto di forza del Gamepass

Aggiornamento: 11 mag

Che cosa sono Xbox Gamepass e PC Gamepass?

In questo articolo parlerò in prima persona di cosa è stato e di cosa è tutt'ora il Gamepass per me.

Innanzitutto, per chi ancora non lo conoscesse, cos' è il Gamepass?

Il Gamepass è un servizio in abbonamento proposto da Microsoft, per console Xbox e PC Windows ( e Non solo), che propone una libreria di giochi in aggiornamento nel tempo.

Fondamentalmente si tratta di un servizio come ne esistono ormai da diverso tempo in ambito cinematografico simile a Netflix, Prime Video, Apple TV+, Disney+ ecc., ma il cui target è il videogioco, ed esattamente come le citate piattaforme in streaming, propone diverse centinaia di titoli videoludici fruibili fintanto che si ha attivo il suddetto abbonamento.

Per completezza andrò anche qui di seguito ad elencare i vari piani mensili per il nostro mercato:

  • Xbox Gamepass : 9,99€/mese

Xbox Gamepass propone i circa 200 titoli del catalogo Gamepass sulle console della famiglia Xbox One e Xbox Series.

Inoltre permette l' accesso a degli sconti nel caso si volessero comprare dei giochi appartenenti al catalogo.

  • PC Gamepass: 9,99/mese

PC Gamepass propone i circa 200 titoli del catalogo Gamepass sui PC Windows tramite un launcher ed include i titoli del catalogo EA Play ( lanciabili da un ulteriore Launcher proprietario di EA).

Inoltre permette l' accesso a degli sconti nel caso si volessero comprare dei giochi appartenenti al catalogo.

  • Gamepass Ultimate: 12,99€/mese

Il gamepass ultimate è l' offerta migliore in assoluto, sopratutto per i giocatori Console ed include davvero tanto materiale.

  1. Include i titoli del catalogo Gamepass sulle console della famiglia Xbox One e Xbox Series.

  2. Include i titoli del catalogo Gamepass sui PC Windows.

  3. Include i titoli EA Play sia su Xbox che su PC.

  4. Include per i giocatori Console, l' abbonamento Xbox Live Gold per il gioco online.

  5. Sconti in caso si volessero comprare dei giochi appartenenti al catalogo.

  6. Gaming tramite Cloud su dispositivi Apple via Browser Safari, Android tramite App, PC Windows tramite Browser e console Xbox tramite App.








Perchè mi sono abbonato al Gamepass:


Quando il gamepass venne presentato nel 2017 non fece molto scalpore in quanto il catalogo non era ancora così vasto ed io mi unii agli scettici, poichè a primo avviso non trovavo molto confortevole associare un abbonamento stile Streaming cinema al videogioco.

Le cose cominciarono a cambiare in seguito quando l' abbonamento divenne più capiente e quindi più vantaggioso, ma la consacrazione la ebbe con l'annuncio dei titoli Xbox Studios e di alcuni titoli terze parti inclusi nell' abbonamento al day one, una cosa piuttosto utopistica visto che già nei servizi di streaming cinematografici era inconcepibile qualche anno fa pensare di avere lo stesso film sia in sala che sul TV di casa, nello stesso momento, in modo legale e al massimo della qualità, figurarsi con giochi da 60-70€ nel giorno di lancio.

Decisi quindi di dargli una chance e mi abbonai al Gamepass nel 2019, qualche mese dopo aver acquistato una Xbox One X.

Iniziai con con l'abbonamento standard rinnovato di mese in mese, in quanto avendo anche una Nintendo Switch ( e Google Stadia al tempo, che escluderei dai racconti) mi ero prefissato l' idea di giocare i giochi che mi interessassero nei mesi in cui ne avevo voglia senza avere un abbonamento fisso.

Mi ritrovai di fronte ad un catalogo decisamente molto ampio e iniziai a scaricare e giocare perlopiù i BlockBuster che mi ero perso negli anni precedenti e sebbene alcuni titoli non mi emozionarono nemmeno così tanto, continuai a giocarli e finirli per abitudine, come se li avessi comprati e pagati a prezzo pieno.

Iniziai anche a provare e giocare le varie esclusive Xbox-PC che avevo spesso snobbato più che altro per sentito dire.

Ed è così che iniziai a giocare come non facevo da anni, passai dal giocare nei fine settimana al giocare almeno un' ora ogni giorno.

L' abbonamento base divenne un abbonamento ultimate annuale.

Fu verso la primavera del 2021 che la scuderia Bethesda si unì agli Xbox Studios e quindi al Gamepass, creando un servizio ancora più accattivante, sopratutto contando il fattore "Titoli Bethesda al day one inclusi nel servizio".


La mia formula magica:


Molte persone lamentano il fatto che nel Gamepass ci siano pochi BlockBuster e troppi titoli indipendenti o medio budget, oppure che i giochi non siano "tuoi" quindi non abbia senso giocarli, penso che queste affermazioni siano un errore di valutazione su più punti e che questi punti siano invece quelli che mi hanno fidelizzato come cliente:


Pubblicità Microsoft.

Innanzitutto non è propriamente vero che ci siano pochi BlockBuster visto che sono poco meno di un centinaio contando le produzioni EA e Bethesda incluse;

Il Gamepass mi ha permesso di provare tantissimi giochi degli Xbox Studios che mi han stupito e convinto in diverse occasioni, ma che per pregiudizio non avrei mai preso, sopratutto a 70€; ad esempio mi sono innamorato di Halo arrivando addirittura a leggerne i romanzi e con Forza Horizon ho scoperto che c'è un tipo di gioco di guida che mi piace ancora, passando per quelle meraviglie di Hellblade, Psychonauts, Ori ecc.

Inoltre dopo diversi mesi mi resi conto che molti, moltissimi Blockbuster elevati a capolavoro assoluto, a me non piacessero per niente... due esempi lampanti furono per me Red Dead Redemption 2 e Nier Automata: due giochi elevati a must buy assoluto ma che grazie al cielo ( al Gamepass in realtà) potei giocare e cancellare dopo una 30ina di ore ciascuno, senza spenderci soldi sopra, perchè per quanto avessero diversi pregi, quei loro difetti me li resero totalmente indigesti.

Per quanto sia innegabile che pagando una cifra mensile irrisoria sia bellissimo scaricare nel giorno di lancio un titolo che altri pagano 70€, la vera gioia del servizio la ebbi e l' ho ancora proprio con i giochi minori: grazie al gamepass ho scaricato, giocato ed apprezzato, una quantità non indifferente di titoli minori che non avrei mai pensato di giocare proprio per pregiudizio verso di essi, ma non solo, perchè l' abbonamento mi ha permesso di provare senza troppo timore a uscire dalla mia confort zone videoludica e giocare a titoli e generi che normalmente non mi avrebbero attirato e su cui non avrei speso magari il piccolo prezzo d' ingresso di 20/30€, per paura di trovarmi di fronte a giochi non nelle mie corde e conseguentemente di aver buttato dei soldi.

Avessi dovuto pagarli non avrei mai giocato a giochi come "Journey to the Savage Planet", "Streets of Rage 4", "The Outer Worlds", "Call of the Sea", "A Way Out", "Alien Isolation" e via discorrendo, proprio perchè tutti giochi fuori dalla mia comfort zone ideale di gameplay.

L' ultima affermazione che vorrei smentire e quella del "i giochi non sono tuoi"; frase che nel 2022 in un contesto economico con oramai una mole non indifferente di piattaforme di fruizione streaming che riguardano Film, Serie TV, Libri, Fumetti, Programmi ecc., non ha più molto senso, sopratutto perchè i maniaci delle edizioni da collezione potrebbero comunque godere nel comprare un gadget "fisico" in edizione limitata, come una bella Action Figure o un profumatissimo Artbook, di un gioco che giocherebbero in modo uguale in un abbonamento anche senza un disco con sopra un codice di licenza e basta.


Consigli e conclusioni:


Vista la mia esperienza estremamente positiva il mio consiglio è di provare il servizio se si possiede una console Xbox One o Series oppure un PC Windows, anche solo per alcuni mesi e cominciare a provare giochi che siano fuori dal genere preferito:

Spendevo ogni anno 70€ a botta solo per i giochi di azione in terza persona? Allora magari dal Gamepass scarico qualche Metroidvania o qualche Gestionale.

Il bello della piattaforma è che offre dei giochi per tutti perchè sono inclusi tutti i generi dal primo all' ultimo, e non essendoci vincoli di download, si è liberi di provare tutto quello che si vuole.

La piattaforma inoltre offre un ottimo servizio di retrocompatibilità comprendendo giochi per Xbox e Xbox 360 e per tante persone potrebbe essere interessante provare giochi come Fable oppure Dead Space, per giunta potenziati da Fps boost ( che raddoppia i fotogrammi ), auto HDR (che crea un HDR artificiale ) e supersampling in 4K delle Xbox Series X e Series S.

Sempre in ambito generi e retrocompatibilità aggiungo che un piccolo surplus interessante può anche esserci per i genitori visto che il servizio include anche giochi per bambini, che su console Xbox e Playstation fanno fatica a farsi vedere e trovare.

L’ ultimo consiglio che posso dare e di cominciare a giocare più di un gioco per volta, ad esempio io lascio aperti 2/3 giochi che giocherò in base all’ umore o al sentimento che provo in quel momento, ad esempio potrei giocare a Doom Eternal quando sono più rilassato mentalmente e pronto ad una bella sfida oppure a Life is Strange quando voglio svagarmi un pochino dopo il lavoro o nelle giornate stanche.

Il futuro ideale per me sarà quello dello streaming puro, dove chi vuole la forza bruta magari giocherà al Gamepass

BC tramite un bel PC carrozzato, mentre chi invece si accontenta di una buona qualità, potrà con 13€ mensili giocare dal TV senza aver prima speso 500€ di Console o 1000€ di componenti per il PC fisso, ma in quel caso penso che il prezzo di 13€ mensili sarà costretto a salire in quanto già adesso è ben poca roba paragonato alle possibilità offerte.





22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti