Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder' s Revenge


Info

Sviluppatore: Tribute

Piattaforme: PC/ Xbox one/ Xbox Series X|S/ Ps4/ Ps5/ Nintendo Switch

Genere: Picchiaduro a scorrimento

Data di uscita: 16/06/2022

PROLOGO:

Sono sempre stato un super fan delle troppo cresciute tartarughe Ninja, perlomeno da bambino visto che sono cresciuto anche con i loro cartoni animati, con i giocattoli, e si... mi sono anche vestito da Michelangelo diverse volte a Carnevale.

Ricordo con molto affetto il gioco delle TMNT su game boy ma a livello videoludico non sono mai stato un gran giocatore della serie.

All' annuncio del suddetto gioco rimasi comunque felice e decisi che lo avrei probabilmente acquistato anche se i picchiaduro a scorrimento proprio non siano il mio genere ( sono scarso forte che devo dire), magari su Nintendo Switch, il gioco finì però al dayone su Gamepass e fu li che lo giocai.


UN TUFFO NEL PASSATO:



TMNT gamepass xbox playstation switch
La primissa scena di gioco, io ho inizato con Leo e voi?

Il gioco inizia alla vecchia maniera, senza troppi preamboli, senza video in Cgi e modernità varie.

Tutto il menu si presenta con una grafica in pixel art che sembra, a mio avviso, decisamente di buon livello.

Dall' intro del gioco seleziono la modalità storia e finisco subito nel tutorial di gioco che insegna i comandi base del gioco, spoiler: questo tutorial può essere affrontato ogni volta si accede al gioco, prima di andare alla selezione del personaggio.

Appreso all' incirca i comandi base passo subito alla selezione della tartaruga giocabile in una schermata in cui possono entrare gli eventuali ospiti della partita; si può giocare fino a 6 per volta sia in locale che online, sicuramente un bel caos a schermo.

Do un' occhiata ai vari personaggi che si differenziano per 3 categorie che hanno punteggi da 1 a 3 stelle: Portata, velocità e danno; per dirla in breve, ovviamente Donatello con il suo bastone ha 3 di portata e 2 di potenza mentre Raffaello che è un bel bestione ha 3 di potenza e 1 di portata; i personaggi sono tutti bilanciati dal fatto che la somma delle 3 caratteristiche sarà sempre 6.

Faccio un giro dei vari personaggi e per iniziare provo la Tartaruga più neutrale e bilanciata fra tutte rispondente all' ovvio nome di Leonardo, che vanta un punteggio di 2 in ciascuna statistica.

Piccolo "filmato " iniziale rappresentato alla maniera dei vecchi e gloriosi giochi 16 bit, con immagini semi statiche che narrano l' incipit della storia di gioco, molto breve ed esplicativa:

I cattivoni irrompono negli studi TV di New York e inaugurano in diretta l' era del Caos New Yorkese; i protagonisti sono così costretti a interrompere la loro cena a base di pizza e correre negli studi televisivi a salvare la situazione; il tutto mentre una bella e nostalgica colonna sonora uscita direttamente da un Super Nintendo, scandisce la vicenda.


BOTTE SIN DAI PRIMI MINUTI:


Ecco che il carismatico Leonardo entra negli studi TV ed è così che inizio subito a menare le mani contro i ninja di Shredder che sembrano sia temibili sia parecchio burloni e impacciati, visto che le loro animazioni sono spesso molto divertenti.

Come da prassi muovo Leo da sinistra a destra avanzando nel livello selezionato mentre ondate di nemici cercano di ostacolarmi.

Leonardo ha una barra della vita ed una barra della abilità che una volta riempita a suon di mazzate permette di effetturare un attaco ad area molto potente alla pressione del tasto adibito alla mossa.

La mia tartaruga può muoversi, saltare, schivare e correre tra un fendente ed un altro e quindi il gioco risulta abbastanza dinamico e veloce ma mai frenetico, apprezzo molto.

Da vero scarsone arrivo a fine livello dove mi aspetta il boss del luogo e ci rimango secco, venendo a conoscenza del fatto che c'è un sistema di vite, ritorno a massima potenza e batto l' abbastanza prevedibile nemico mentre la colonna sonora stile 16bit mi da la carica.


CROCE E DELIZIA A 16 BIT:


Finito il livello scopro un sistema a mappa in stile Super Mario Bros 2, molto semplice e carina visto che fondamentalmente serve solo a sotituire uno schermo di selezione del livello più canonico.

Procedo con i livelli ed il gioco mantiene le aspettative e le meccaniche del primo capitolo senza mai avere cadute di stile ma al contempo senza evolvere mai veramente; ci sono diversi livelli con qualche variante sia legata al proprio personaggio che ai nemici o addirittura ai boss e trovo che queste meccaniche siano ben dosate per far si che ci sia varietà, nonostante il focus sia sempre sulle botte più classiche.

Il sistema di combattimento per quanto mi riguarda è ben riuscito ed è stato anche appagante sebbene non sia forse troppo articolato, mentre ho trovato la difficoltà di gioco, perlomeno nella prima run, ben bilanciata ma che pensandoci, forse i super appassionati del genere potrebbero trovare il tutto un po' facile addirittura, io non rientro ovviamente nella categoria e quindi apprezzo particolarmente.

Gli scenari sono sempre molto vari mentre moltissimi nemici giustamente vengono ripetuti allo stremo, ma la cosa non è particolarmente fastidiosa; Boss fight mediamente piacevoli e mai frustranti perlomeno.


xbox gamepass xcloud
Sono riuscito a giocare in multiplayer online anche tramite streaming XCloud, non male!

TRADIZIONE O INNOVAZIONE?:


La domanda non è rivolta propriamente al gioco ma piuttosto a me stesso, mentre batto l' articolo che state leggendo.

Il gioco vuole chiaramente omaggiare l' epoca d' oro sia del genere picchiaduro che delle stesse Tartarughe ninja, e secondo me in questo intento riesce veramente bene sia dal punto di vista grafico che sonoro; il gameplay di combattimento invece rimane abbastanza al passo con i tempi odierni in quanto ci sono tante mosse e animazioni ed inoltre il sistema di combattimento è molto fluido e reattivo.

Personalmente per quanto il titolo mi sia piaciuto parecchio avrei preferito avvesse avuto una rappresentazione grafica e sonora completamente attuale e moderna visto che ho apprezzato molto di più la rappresentazione visiva e sonora di una rinascita del picchiaduro a scorrimento più moderna come Battletoads e Streets of Rage 4 rispetto allo stile SNES/ cabinato di questo gioco.

Non sono riuscito a provare il multigiocatore a 6 persone ma con 2-3 tartarughe sullo schermo il gioco risulta comunque molto confusionario e caciarone, e non è detto che sia un difetto.

(Tra l' altro anche il multigiocatore via Xcloud mi ha sempre funzionato benissimo).

Il gioco non è particolarmente lungo ( non che mi aspettassi nulla di diverso in realtà) e ogni livello ha un tempo di completamento di circa 5-6 minuti boss inclusi; il fattore rigiocabilità è parecchio elevato come da giusta tradizione del genere e degli anni videoludici in cui l' opera di Tribute si vuole identificare.

In sostanza apprezzo tanto la tradizione, ma avrei preferito un gioco sulle TMNT completamente pensato e sviluppato con tecniche grafiche e sonore più moderne, perchè per quanto alla fine abbia apprezzato molte interazioni del titolo, a mio parere questa sua vena vintage e nostalgica lo farà cadere presto nel dimenticatoio e sopratutto non penso proprio che un pubblico giovanissimo sia attirato da un gioco con una veste grafica simile, in un genere simile, con dei protagonisti ormai passati abbastanza di moda e forse questo è il più grande rammarico che mi lascia il gioco una volta finito, perchè per quanto io sia di quelli che " la grafica conta fino ad un certo punto", avrei davvero preferito giocare con Donatello e Michelangelo con un dettaglio grafico altissimo al posto che i 16-bit.


Grazie per aver letto la recensione e spero sia stata di aiuto! Scrivete qui sotto nei commenti la vostra esperienza con il titolo in questione e se siete d' accordo o meno con le mie parole! A presto!




12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SCORN

SOULSTICE